Monthly Archives: giugno 2017

Richiesta di intervento per la manutenzione e pulizia delle aree pubbliche

In questi giorni tutti hanno potuto constatare lo stato in cui si trova il nostro territorio: rifiuti un po’ ovunque, erbacce e sterpaglie che invadono le strade e le piazze, alberi e piante, che dovrebbero abbellire alcune zone della nostra città, e invece sono incolte e abbandonate.

Molti cittadini hanno manifestato in vario modo il proprio disappunto e hanno cercato di segnalare i disagi causati da questa situazione. Alla luce di tutto ciò abbiamo deciso di raccogliere alcune di queste segnalazioni e di presentare una istanza alla Commissione Straordinaria che guida il nostro comune.

Siamo certi che, visto le buone premesse, la Commissione farà tesoro delle nostre segnalazioni e interverrà quanto prima, anche per questo chiediamo a tutti i nostri concittadini e a tutte le associazioni presenti sul territorio di collaborare attivamente affinché la Commissione Straordinaria possa svolgere al meglio il proprio lavoro.

Vi invitiamo inoltre a segnalarci sotto questo post tutte le zone che necessitano di un intervento, allegando magari anche qualche foto, così da integrare la nostra istanza con le segnalazioni pervenute.

Istanza protocollata

LA COMMISSIONE STRAORDINARIA DISPONE LA GESTIONE DIRETTA DELLA RISCOSSIONE DEI TRIBUTI

Giovedì scorso (15 Giugno 2017) è stata pubblicata all’albo del Comune di San Felice a Cancello la delibera n. 7 della Commissione straordinaria con la quale si dispone la gestione diretta del servizio di riscossione dei tributi.

Questa notizia ci rende davvero molto soddisfatti per i seguenti motivi:

1) Più volte abbiamo richiesto (anche con atti formali) che si prendesse tale decisione: l’ultima volta è stato il 5 Giugno scorso direttamente alla triade commissariale appena insediata, mentre, le altre volte, la richiesta era stata indirizzata all’allora reggente commissario prefettizio e, ancora prima, all’Ex Sindaco De Lucia.

2) La riscossione diretta dei tributi, oltre a garantire all’Ente un maggiore controllo delle entrate favorendo (si spera) una drastica riduzione della piaga dell’evasione ed un miglior rapporto con i cittadini contribuenti, consente anche un risparmio annuo stimato in € 350.000. E questo non siamo noi a dirlo ma direttamente la triade commissariale nella loro delibera.

Non siamo qui per dire “ AVEVAMO RAGIONE NOI”, ma vogliamo solo mettere in evidenza il fatto che, quando l’Amministrazione opera esclusivamente nell’interesse dei cittadini, certe decisioni diventano scontate.

Servizio Riscossione Tributi: altre spese!!!

Come molti sanno, visto che lo abbiamo più volte fatto presente, il Comune di San Felice a Cancello, sta portando avanti le procedure di gara per l’affidamento in concessione del servizio di riscossione dei tributi locali. All’inizio di Febbraio si è riunita la commissione aggiudicatrice per valutare le offerte tecniche ed economiche. Alla gara si sono presentati tre concorrenti: Municipa spa – Gamma Tributi srl unitesi in una ATI (Associazione Temporanea di Imprese), la SOGES srl e la Publiservizi srl.

Dalla lettura dei verbali (in allegato sotto) è emerso che la SOGES srl è stata esclusa dalla valutazione economica poiché non ha raggiunto un punteggio sufficiente nella valutazione della offerta tecnica, mentre la Publiservizi srl è stata esclusa poiché ha presentato una offerta economica non conforme a quanto richiesto nel bando. In conclusione l’unica rimasta è  l’ATI Municipa spa – Gamma Tributi srl che pertanto dovrebbe essersi aggiudicata la gara.

La commissione tuttavia ha ritenuto opportuno richiedere un parere all’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) sulla legittimità dell’esclusione della Publiservizi srl.

Purtroppo sembra che l’ANAC, ad oggi, non abbia fornito ancora nessuna risposta.

Fatto sta che la nostra amministrazione ha urgenza di procedere alla gestione della riscossione della TARI (la TAssa sui RIfiuti) per l’anno 2017 e per quella parte non riscossa relativa all’anno 2014 che potrebbe andare in prescrizione.

Per questo motivo, dovendo gestire direttamente la procedura di riscossione della TARI, con la determina n. 8 del 12/05/2017 ha provveduto ad acquistare dalla società A P Systems, con affidamento diretto, il software necessario alla gestione del servizio, spendendo € 15.900,00 + IVA.

A questo punto ci viene da fare alcune osservazioni:

  1. Il Bando di gara per il servizio di riscossione dei tributi prevede una spesa di 1 Milione di Euro più IVA per Nove anni;
  2. Per gestire internamente il servizio di riscossione della TARI per il 2017 e per recuperare quanto non pagato nel 2014 verrà spesa una cifra pari a € 15.900,00 + IVA per l’acquisto di un software che rimarrà in capo all’amministrazione e che potrà essere usato anche negli gli anni successivi;
  3. Le risorse umane interne all’amministrazione, se dotate di strumenti adeguati, posso quindi gestire questi servizi.

Alla luce di tutto ciò risulta davvero così inverosimile la nostra proposta, che abbiamo più volte avanzato, di annullare il bando e internalizzare il servizio di riscossione dei tributi?

VERBALE N. 4
VERBALE N. 5
VERBALE N. 6
VERBALE N. 7