Monthly Archives: settembre 2016

Gazebo informativo per spiegare le ragioni del NO al Referendum Costituzionale

L’associazione San Felice a Cancello in Movimento organizza un gazebo informativo a San Felice a Cancello, Frazione Cancello Scalo in Piazza Castra Marcelli, Domenica 25/09/2016 dalle ore 10:00 alle ore 13:00 per spiegare ai cittadini le ragioni del NO al Referendum Costituzionale.

 

AVREMO MAI IL NUOVO SITO ISTITUZIONALE ?

Come molti sanno, avendolo anche noi più volte segnalato, il sito istituzionale del comune di San Felice a Cancello è molto carente dal punto di vista della completezza delle informazioni e della trasparenza.

Per questo motivo, a seguito di alcune denunce presentate da cittadini san feliciani e da noi stessi all’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione che si occupa, tra l’altro, anche di questo), l’Amministrazione, resasi conto della impossibilità di adeguare il sito esistente, ha commissionato a Ottobre del 2015 alla società Internet Soluzioni srl, con sede a Scurcola Marsicana (AQ), di provvedere alla realizzazione del nuovo portale comunale completo delle sezioni relative alla trasparenza e all’albo pretorio con un impegno di spesa iniziale di € 10.370,00 ed un canone annuo di € 5.512,00 per i successivi tre anni.

Il nuovo sito, ad oggi non è ancora online.

Il motivo lo si comprende leggendo la Determina Reg. Gen. N. 190 del 02/08/2016 nella quale, si prende atto che, essendo necessario provvedere alla migrazione dei dati utili dal vecchio sito verso quello nuovo e considerando che tale attività non può essere svolta dal personale dipendente dell’amministrazione in quanto mancano le specifiche figure professionali alle quali affidare il compito, si affida l’incarico alla medesima società di cui sopra con un ulteriore impegno di spesa pari ad € 4392,00.

Tuttavia, leggendo con attenzione l’offerta presentata dalla società Internet Soluzioni srl si evince che l’offerta riguarda i dati presenti nel sito istituzionale e nel portale della trasparenza ma esclude i contenuti presenti nell’Albo Pretorio e prevede una attività preparatoria di revisione e riorganizzazione a carico dell’ente.

In altre parole tutti i documenti presenti nell’Albo Pretorio (delibere, determine, avvisi, bandi di gara, decreti, ordinanze, pubblicazioni di matrimonio, ecc.) non rientrano nella offerta presentata dalla società.

A chi spetterà il compito di migrare i dati presenti nell’Albo Pretorio? Sarà affidato alla medesima società con un ulteriore spesa e con ulteriori ritardi?

Inoltre, poiché è prevista una attività di revisione e di riorganizzazione dei documenti a carico dell’ente, non si capisce a chi sarà affidato tale compito e con quale tempistica.

A questo punto ci chiediamo: non sarebbe stato meglio richiedere una soluzione “chiavi in mano” che comprendesse anche la migrazione di tutti i dati?

Si tratta ancora una volta di un errore di valutazione e quindi un’altro esempio di incompetenza della attuale amministrazione o di qualcos’altro?

Agibilità delle nostre scuole

A seguito degli eventi sismici che hanno interessato il centro Italia il 24 Agosto scorso causando, tra l’altro, il crollo di un’ala dell’edificio scolastico di Amatrice, ci siamo chiesti se e quanto sono sicure le nostre scuole.

Per questo motivo abbiamo inviato alla nostra Amministrazione una richiesta ufficiale per visionare ed estrarre copia dei certificati di agibilità di tutti gli edifici scolastici presenti sul nostro territorio.

Appena avremo tali documenti li pubblicheremo sul nostro portale per aggiornare  i nostri concittadini.

In allegato la copia della richiesta protocollata.

Gazebo del 18/09/2016

Ecco le foto del Gazebo tenutosi a San Felice a Cancello in piazza Umberto I per spiegare ai cittadini le ragioni del NO al Referendum Costituzionale.

ISTITUTO ALBERGHIERO: PER LA SERIE COSE BUONE FATTE MALE

Anche a San Felice come in tutto il resto d’Italia sono riprese le attività scolastiche.

In alcuni casi gli alunni sono stati accolti in modo festante ed entusiasta, in altri casi invece gli alunni sono stati accolti da un cantiere sbarrato e da un mesto cartello di avviso.

La tanto sbandierata apertura della sezione distaccata dell’istituto alberghiero “Ferraris” sul territorio di San Felice a Cancello, vanto della nostra amministrazione, si è arenata dietro ad una recinzione in metallo.

L’edificio che dovrebbe ospitare le aule della sezione distaccata è inagibile e i lavori di ultimazione sono ancora in alto mare.

Addirittura, come si può vedere dalla foto, la rampa di accesso per i disabili termina con uno scalino di circa 60 cm !!

La beffa più grande è che gli alluni delle classi prime di San Felice, distaccati in questa sezione dell’alberghiero, usciti a Giugno dalla scuola media si sono ritrovati a Settembre negli stessi banchi della vecchia “Gesué”.

La nostra amministrazione ha, ancora una volta, dimostrato tutta l’efficienza e la capacità organizzativa di cui è capace la cosiddetta vecchia classe dirigente ed i giornali e “blogger” locali le loro doti di cacciatori di notizie scomode.