Presentazione PROGETTO SFAC

Presentazione PROGETTO SFAC a Cancello! Bella mattinata di incontri e scambi di opinione anche in vista delle elezioni comunali. Un grazie particolare al nostro portavoce alla Camera, #GiuseppeBuompane, per la sua grande disponibilità e a tutti gli attivisti dei vari meetup del casertano che sono venuti a trovarci.
Andate a curiosare sul portale che abbiamo creato cliccando su www.progettosfac.it e vedrete che sarà un modo semplice ed immediato per interagire e collaborare insieme per dare una svolta al nostro comune.

L’Associazione invita i Commissari ad aderire al progetto “Piazza Wifi Italia”

L’Associazione San Felice a Cancello in Movimento da sempre attenta alle opportunità di sviluppo che si presentano per il nostro territorio, ha segnalato alla Terna Commissariale  il progetto “Piazza Wifi Italia”.

Il progetto promosso  dal Ministero dello Sviluppo Economico ha come obiettivo quello di permettere a tutti i cittadini di connettersi, gratuitamente e in modo semplice tramite l’applicazione dedicata, a una rete wifi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale.

I Comuni potranno fare richiesta di punti wifi direttamente online, registrandosi sulla nuova piattaforma web accessibile dal sito wifi.italia.it.

Il nuovo stanziamento di 45 milioni permetterà di portare nuove aree wifi gratuite in tutti i Comuni italiani e, sebbene sia stata data priorità ai Comuni con popolazione inferiore a 2.000 abitanti, rappresenta comunque una opportunità di sviluppo da non perdere anche per il nostro territorio.

Pannelli divelti dai tetti delle scuole: un disastro annunciato!

Ieri il forte vento che, purtroppo, non è inconsueto nella nostra Valle, ha divelto parte degli impianti fotovoltaici installati sui tetti delle scuole Aldo Moro di Cancello e Don Lorenzo Milani di Casazenga. I danni, a giudicare dalle immagini, sembrano essere piuttosto seri e probabilmente gli interi impianti sono stati irrimediabilmente compromessi.

Già ai primi di Ottobre dell’anno scorso presso la scuola media Francesco Gesuè la struttura che era stata realizzata per ospitare gli inverter e i quadri elettrici dell’impianto fotovoltaico situato sull’edificio era stata completamente distrutta dal forte vento.

Vogliamo qui ricordare che alla fine di Novembre del 2017 presentammo una istanza ai Commissari per avere chiarimenti sullo stato degli impianti presenti su tutti gli edifici di proprietà del Comune, sollevando già allora il dubbio sullo stato degli ancoraggi delle strutture di sostegno, ed invitando i responsabili tecnici a verificare se erano mai stati fatti degli interventi di manutenzione.

Probabilmente se ci avessero dato retta si sarebbero potuti evitare questi incidenti che, per fortuna, non hanno causato conseguenze per l’incolumità dei bambini, ma che comunque hanno causato un significativo danno economico alla nostra Comunità.

In ogni caso, visto che sono presenti altri impianti simili sui diversi edifici di proprietà del comune, ci auguriamo che almeno ora si provveda a pianificare una serie di verifiche sullo stato di sicurezza degli stessi onde evitare che si possano ripetere altri incidenti simili con conseguenze ben più gravi.

ECO SISTEM S. FELICE S.R.L: ribadiamo la nostra posizione

Dopo la manifestazione tenutasi questa mattina (25 Gennaio) davanti al Comune capeggiata da alcuni personaggi politici locali, sentiamo il bisogno di ribadire la nostra posizione, soprattutto per stigmatizzare l’uso a fini propagandistici ed elettorali che se ne è fatto.

Possiamo tranquillamente affermare che tutta la vicenda è stata montata ad arte in vista delle prossime elezioni per ottenere un po’ di visibilità sfruttando un tema che purtroppo rappresenta un vero dramma per la nostra terra.

Come avevamo già fatto notare nel precedente articolo pubblicato lo scorso 23 Gennaio l’Autorizzazione Unica Ambientale non faceva altro che rinnovare quella già rilasciata in data 21/11/2013 senza apportare alcuna modifica alla tipologia e alle quantità di materiali trattabili.

Per verificare quanto sopra bastava accedere al sito internet della stessa ditta e scaricare tutte le autorizzazioni che le sono state concesse.

Come si evince dalla documentazione ivi presente la ditta in questione opera nel settore da molti anni e ci sembra abbastanza singolare che chi ha “frequentato” l’amministrazione comunale in quest’ultimo decennio non se ne sia mai accorto se non ora che ci si trova in prossimità delle nuove elezioni, scatenando un putiferio, rincorrendo voci di popolo, senza prendersi minimamente la briga di andare a verificare prima la documentazione.

Vogliamo infine far presente che, a differenza di quanto affermato da qualcuno, la cava in Loc. Tavernole, così come altre cave presenti sul nostro territorio, è presente nel censimento dei Siti Potenzialmente Contaminati ex Siti di Interesse Nazionale (CSPC ex SIN) che contiene l’elenco dei siti censiti ricadenti nel perimetro degli ex SIN della Regione Campania per i quali devono essere avviate o sono in corso le procedure di bonifica, e la cui competenza è stata trasferita alla Regione Campania con DM 11 Gennaio 2013.

Vecchia autorizzazione

Nuova autorizzazione

Elenco siti Potenzialmente Contaminati

Autorizzazione Unica Ambientale ECO SISTEM S. FELICE S.R.L

In queste ore si è sollevata una grossa polemica in riferimento alla AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) rilasciata alla ECO SISTEM S. FELICE S.R.L per lo svolgimento della propria attività in zona Tavernola.

Poiché, come nostra abitudine, siamo soliti verificare gli Atti prima di esprimere una posizione, abbiamo recuperato dall’albo del Comune la succitata autorizzazione che alleghiamo per completezza. Leggendo con attenzione quanto riportato ci sembra di capire che si tratti del rinnovo di una precedente autorizzazione scaduta a fine 2018. Ci sembra anche di capire che l’autorizzazione sia stata rilasciata per la prosecuzione dell’attività senza modifiche, infatti si parla di:

  • autorizzazione allo scarico dei rifiuti in pubblica fognatura, ai sensi dell’art. 124 del D.Lgs 152/06 e
    s.m.i. (prosecuzione senza modifiche);
  • comunicazione in materia di rifiuti di cui all’art. 216 del D.Lgs. 152/06 (prosecuzione senza modifiche);
  • autorizzazione alle emissioni in atmosfera di cui all’art. 269 del D.Lgs. 152/06 (prosecuzione senza modifiche); 

 

AUA

In ogni caso attendiamo le eventuali precisazioni dei Commissari invocate da più parti.

Scarica da qui la AUA ECO SISTEM