Category Archives: Ambiente

ECO SISTEM S. FELICE S.R.L: ribadiamo la nostra posizione

Dopo la manifestazione tenutasi questa mattina (25 Gennaio) davanti al Comune capeggiata da alcuni personaggi politici locali, sentiamo il bisogno di ribadire la nostra posizione, soprattutto per stigmatizzare l’uso a fini propagandistici ed elettorali che se ne è fatto.

Possiamo tranquillamente affermare che tutta la vicenda è stata montata ad arte in vista delle prossime elezioni per ottenere un po’ di visibilità sfruttando un tema che purtroppo rappresenta un vero dramma per la nostra terra.

Come avevamo già fatto notare nel precedente articolo pubblicato lo scorso 23 Gennaio l’Autorizzazione Unica Ambientale non faceva altro che rinnovare quella già rilasciata in data 21/11/2013 senza apportare alcuna modifica alla tipologia e alle quantità di materiali trattabili.

Per verificare quanto sopra bastava accedere al sito internet della stessa ditta e scaricare tutte le autorizzazioni che le sono state concesse.

Come si evince dalla documentazione ivi presente la ditta in questione opera nel settore da molti anni e ci sembra abbastanza singolare che chi ha “frequentato” l’amministrazione comunale in quest’ultimo decennio non se ne sia mai accorto se non ora che ci si trova in prossimità delle nuove elezioni, scatenando un putiferio, rincorrendo voci di popolo, senza prendersi minimamente la briga di andare a verificare prima la documentazione.

Vogliamo infine far presente che, a differenza di quanto affermato da qualcuno, la cava in Loc. Tavernole, così come altre cave presenti sul nostro territorio, è presente nel censimento dei Siti Potenzialmente Contaminati ex Siti di Interesse Nazionale (CSPC ex SIN) che contiene l’elenco dei siti censiti ricadenti nel perimetro degli ex SIN della Regione Campania per i quali devono essere avviate o sono in corso le procedure di bonifica, e la cui competenza è stata trasferita alla Regione Campania con DM 11 Gennaio 2013.

Vecchia autorizzazione

Nuova autorizzazione

Elenco siti Potenzialmente Contaminati

Autorizzazione Unica Ambientale ECO SISTEM S. FELICE S.R.L

In queste ore si è sollevata una grossa polemica in riferimento alla AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) rilasciata alla ECO SISTEM S. FELICE S.R.L per lo svolgimento della propria attività in zona Tavernola.

Poiché, come nostra abitudine, siamo soliti verificare gli Atti prima di esprimere una posizione, abbiamo recuperato dall’albo del Comune la succitata autorizzazione che alleghiamo per completezza. Leggendo con attenzione quanto riportato ci sembra di capire che si tratti del rinnovo di una precedente autorizzazione scaduta a fine 2018. Ci sembra anche di capire che l’autorizzazione sia stata rilasciata per la prosecuzione dell’attività senza modifiche, infatti si parla di:

  • autorizzazione allo scarico dei rifiuti in pubblica fognatura, ai sensi dell’art. 124 del D.Lgs 152/06 e
    s.m.i. (prosecuzione senza modifiche);
  • comunicazione in materia di rifiuti di cui all’art. 216 del D.Lgs. 152/06 (prosecuzione senza modifiche);
  • autorizzazione alle emissioni in atmosfera di cui all’art. 269 del D.Lgs. 152/06 (prosecuzione senza modifiche); 

 

AUA

In ogni caso attendiamo le eventuali precisazioni dei Commissari invocate da più parti.

Scarica da qui la AUA ECO SISTEM

Discariche abusive sul territorio

Questa mattina, in presenza dell’On. Antonio Del Monaco deputato del Movimento 5 Stelle, che ringraziamo per la sensibilità dimostrata, e con il supporto di alcuni attivisti di Santa Maria a Vico, è stata denunciata la presenza di alcune discariche abusive presenti sul territorio del Comune di San Felice a Cancello. In via Fermi è stato effettuato un sopralluogo con i Vigili Urbani dove è stata riscontrata la presenza di lastre e tubi di amianto, pneumatici e altri rifiuti speciali. Sono stati segnalati inoltre altri due siti interessati da sversamenti abusivi: uno in via Laurenza, nei pressi del canalone, dove sono stati abbandonati dei fusti dai quali fuoriesce un liquido non ben identificato ed un altro in via Palombara dove sono state abbandonate diverse lastre di amianto.

La discarica in via Fermi era già stata oggetto di denuncia nel 2016 (vedi articolo) ma da allora nulla è cambiato, anzi, i rifiuti sono addirittura aumentati.

Ne approfittiamo per ricordare che siamo ancora in attesa che il Comune istituisca il “Registro delle Aree Abbandonate” così come previsto dalla legge regionale n. 20 del 2013. (vedi istanza in allegato)

Invitiamo tutti coloro che sono a conoscenza di altre aree oggetto di sversamenti illeciti a segnalarle alle Autorità competenti con un esposto o a contattaci per un supporto.

Risposte alle nostre Istanze

Con l’insediamento della Terna Commissariale finalmente l’Amministrazione Comunale ha iniziato a fornire delle risposte alle nostre istanze.

In sintesi lo scorso mese di luglio abbiamo presentato delle interrogazioni su alcuni punti che qui riassumiamo:

  1. Richiesta di sospensione delle controlli e delle sanzioni sulla corretta esecuzione della Raccolta differenziata e avvio di una adeguata campagna di comunicazione;
  2. Richiesta di adesione al Progetto Regionale di smaltimento dell’umido con piccole composterie aerobiche;
  3. Istituzione del Registro delle aree interessate da abbandono e rogo dei rifiuti;
  4. Richiesta di chiarimenti sull’incarico affidato all’Avv. Ippolito per promuovere un procedimento arbitrale contro la società IAP.

L’Amministrazione Comunale, seppur in modo laconico, ci ha risposto:

  1. “… non è possibile, per legge, sospendere le sanzioni sollevate a seguito dei controlli, tuttavia è intenzione della scrivente attivare un’adeguata campagna di informazione sulla corretta esecuzione della raccolta differenziata”;
  2. “… si rappresenta che i termini per la presentazione del progetto sono già da tempo scaduti. Tuttavia la scrivente ha, nonostante la scadenza, trasmesso istanza alla Regione per poter partecipare al suindicato progetto.
  3. “… si rappresenta che è in itinere la dovuta istruttoria per l’istituzione del registro delle aree interessate da abbandono e rogo di rifiuti.”
  4. “…la designazione trova la propria giustificazione esclusivamente nella conoscenza che il citato avv. Ippolito ha della giudiziaria con la citata società.”

Da queste risposte siamo lieti di constatare che la Terna Commissariale, sostanzialmente, sta operando in sintonia con quelle che sono le nostre idee di una corretta amministrazione; d’altronde non potrebbe essere diversamente, nel momento in cui si mette al centro dell’attenzione l’interesse della comunità.

Noi continueremo a collaborare attivamente con la presente Amministrazione e ci auguriamo che essa continui ad operare in questa direzione.

In allegato le risposte:

risposta prot. 5702

risposta prot. 5707

risposta prot. 5705

risposta prot. 5704

 

 

L’attività della Associazione continua senza tregua.

L’Associazione Politica San Felice a Cancello in MoVimento in questi giorni ha presentato tre istanze alla Commissione Straordinaria del nostro Comune, volte da un lato a migliorare i servizi offerti alla popolazione e dall’altro a tutelare i diritti dei contribuenti:
1) Dopo le numerose segnalazioni ricevute da alcuni cittadini ribadite da alcuni organi di stampa circa le sanzioni effettuate dai vigili urbani sulle irregolarità riscontrate nella raccolta dei rifiuti, la nostra Associazione ha ritenuto opportuno chiedere alla Commissione Straordinaria di avviare una adeguata campagna di comunicazione per spiegare ai cittadini, in modo chiaro e semplice, come fare la raccolta differenziata ed ha suggerito l’istituzione di un numero telefonico attraverso cui il cittadino in difficoltà può ottenere informazioni sul corretto smaltimento dei rifiuti.
2) Sempre nell’ ambito della raccolta dei rifiuti, la nostra Associazione che, ricordiamolo, si richiama ai principi del Movimento 5 Stelle, facendo riferimento ad un progetto regionale per lo smaltimento AEROBICO della frazione organica (UMIDO) ha chiesto alla Commissione Straordinaria di collaborare a questo progetto e di sensibilizzare la cittadinanza verso il compostaggio di quartiere, ricordandone i benefici non solo ambientali, ma anche economici (secondo l’ Art. 37 della L. 221/2015 tutti i comuni devono OBBLIGATORIAMENTE riconoscere alle famiglie che effettuano compostaggio AEROBICO individuale una riduzione della tariffa dovuta per la gestione dei rifiuti urbani.
3) Visto i numerosi incendi che hanno interessato nei giorni scorsi il territorio della nostra regione l’Associazione ha ritenuto opportuno chiedere alla Commissione se il nostro Comune ha adempiuto agli obblighi previsti dalla legge regionale n°20 del 09/12/2013 recante “MISURE STRAORDINARIE DELLA PREVENZIONE E LA LOTTA AL FENOMENO DELL’ABBANDONO E DEI ROGHI DI RIFIUTI”. In particolare l’ Art. 3 impone a tutti i comuni di istituire e di aggiornare il registro delle are interessate da abbandono e rogo di rifiuti.
Con la nostra istanza abbiamo chiesto se, anche a San Felice a Cancello è stato istituito ed aggiornato tale registro e, nel caso in cui ciò non sia stato fatto, abbiamo sollecitato la Commissione a provvedere quanto prima, riservandoci di presentare formale diffida alla regione.

 

INTERROGAZIONE CONTROLLI RACCOLTA DIFFERENZIATA protocollata
Istanza Legge Regionale n° 20 del 19.12.2013 protocollata
richiesta per compostiere di comunità protocollata